La nostra Struttura

La Casa di Riposo e Casa Protetta “Albergo Self”, è collocata in un ambiente accogliente e sicuro, che garantisce buoni standard di confort alberghiero, dinamico, sempre alla ricerca di nuove soluzioni logistiche le più possibili vicine ai bisogni delle persone anziane ed offre servizi sanitari e assistenziali ad anziani autosufficienti e non.

Camere

La struttura dispone di 73 posti letto in camere accoglienti, spaziose, luminose, tutte dotate di attacco TV.

Agli ospiti sono dedicate camere doppie o, su richiesta, stanze singole. Tutte le unità sono dotate di bagno privato, organizzato in modo da essere accessibile a ospiti disabili o con ridotte capacità motorie. Tutte le camere dispongono di un terrazzo privato e impianto di climatizzazione.

Zona Relax

La Casa di Riposo mette a disposizione ambienti interni attrezzati per tutte le necessità e ampi spazi esterni con tavoli, dove gli ospiti possono socializzare o concedersi momenti di piacevole relax all’aria aperta. Vi sono due soggiorni, l’uno destinato a clienti autonomi o parzialmente autonomi e l’altro ai non autonomi.

Sicurezza delle strutture

Sono state adottate tutte le misure previste dalla Legge per garantire la sicurezza degli ambienti, degli impianti e la prevenzione degli incidenti.

Il personale è a conoscenza della norme comportamentali in caso d’incendi o di altre situazioni di pericolo ed è sottoposto a un continuo aggiornamento professionale.

Le ambulanze e i mezzi di soccorso hanno accesso all’edificio dal retro tramite un percorso privilegiato che introduce direttamente al montalettighe.

E’ anche funzionante un impianto automatico per la sorveglianza e videosorveglianza di diverse aree per cogliere immediatamente situazioni che richiedessero un intervento immediato.

Per le emergenze all’interno delle camere sono previsti dispositivi di chiamata.

L’ uscita dalla struttura, per persone anziane con il morbo di Alzhaimer, è controllata, oltre che dalle telecamere posizionate sia all’ interno che all’ esterno della struttura, anche grazie ad appositi sensori posizionati negli indumenti dei clienti “a rischio”, che rilevano ed attivano specifici allarmi, quando si avvicinano al cancello della struttura.